Una domanda che mi viene spesso rivolta è la seguente:

“Stefano, secondo te è giusto avere dei soci? Te lo chiedo perché mi sono trovato veramente male e non vorrei ripetere questa esperienza”

Io non ho una vera risposta a questa domanda: posso semplicemente dare la mia testimonianza.

Nella mia carriera, ho fondato la mia prima società a 23 anni, la seconda a 24 … a 30 anni, avevo una quindicina di soci: alcuni mi hanno dato molte soddisfazioni, altri meno, perché non si sono comportati in modo leale e corretto.

Dopo questa esperienza giovanile, ho prestato molta più attenzione ai soci: mi sono chiesto se fossero persone con un’etica e di valore.

Ho puntato più su persone con cui potessi condividere, oltre all’aspetto lavorativo, anche obiettivi (a medio o lungo termine) e valori.

Questi parametri mi hanno aiutato a capire quali fossero i soci giusti e hanno provocato un effetto molto positivo: a tutti i soci che ho ora, all’inizio, io ho dato tantissimo; col passare del tempo, però, loro mi hanno restituito molto di più, in termini di crescita e voglia di fare.

Sono i pilastri senza i quali farei fatica a portare avanti la mia attività: sono le persone giuste, che mi stanno aiutando a costruire l’azienda.

Avere soci di ottimo livello è molto importante. Avere soci più bravi di te, è crescere davvero.

Ci sono tante persone che sono diventate miei soci e dalle quali ho imparato un’importantissima lezione: avere dei soci a me complementari, con caratteristiche spesso opposte, arricchisce molto l’azienda.

Devi avere dei soci che lavorano con te ma che sono diversi da te, in modo tale da avere con loro un vero scambio di idee.

Questo è un aspetto che ha arricchito tantissimo la mia azienda.

Concordo sul fatto che si debbano scegliere i soci molto attentamente, ma devi anche sapere che essi portano un grande valore aggiunto all’azienda.

Stai attento a chi scegli e cerca sempre di avere l’umiltà di imparare, selezionando le persone molto diverse da te.

….

Quelle che hai appena letto sono parole tratte dal mio libro: “da agente immobiliare ad imprenditore”.

Ho voluto condividerle con te perché penso che l’aspetto della scelta dei soci sia fondamentale per crescere nel nostro settore.

Nel libro ho dedicato ampio spazio a questa tematica, raccontando la mia storia infatti, non ho potuto esimermi dal dare ampio spazio ai soci, perché se sono a scrivere oggi è anche grazie a loro.

Scopri: DA AGENTE IMMOBILIARE A IMPRENDITORE il libro di Stefano Mulas

Libro Stefano Mulas - Da Agente Immobiliare a Imprenditore
Acquista il Libro Stefano Mulas

 

Da Agente Immobiliare a Imprenditore