Uno dei brutti vizi della pubblicità è quello di promettere cose che sa bene di non poter mantenere.

I vecchi pubblicitari lo fanno perché conoscono le debolezze dell’animo umano e sanno anche che di fronte a una promessa inverosimile ci avvicineremo con curiosità perché tutti in fondo speriamo di trovare una soluzione semplice a grandi problemi.

Non funziona così e alla fine ce ne pentiamo sempre, ripromettendoci di non cascarci più.

Il mio libro paga il prezzo di fare una promessa che può essere scambiata per quelle vecchie pubblicità che promettono molto e mantengono poco.

Lo so bene, non pensare che la cosa mi sorprenda.

Lo capisco perché parlare di “agenzia immobiliare dal fatturato milionario” è un concetto poco realistico in Italia e le promesse lontane dalla realtà prima incuriosiscono e poi destano sospetto.

Se dubiti dovresti leggerlo

Così, anche se è già stato pubblicato e lo trovi in tutte le librerie, ti chiederò di considerarlo da un’altra prospettiva, ignorando ciò che riporta la copertina.

Ti chiederò di considerarlo come un libro testimonianza.

Di fatto lo è perché in quelle pagine trovi la testimonianza di Stefano che racconta la sua storia, partito come semplice agente immobiliare e arrivato ad essere un imprenditore di successo.

Ti chiedo di considerarlo testimonianza perché una testimonianza si basa su fatti storici e i fatti storici devono essere verificabili.

A volte poi i fatti storici possono diventare un modello da replicare, ma questo è un discorso che faremo dopo.

Restando sui fatti storici verificabili, credo che questo libro potrebbe essere considerato una notizia. Seguimi. Se indagassimo sulle condizioni che possono trasformare un fatto in notizia, scopriremmo che l’anomalia è tra queste.

E questo libro di anomalie ne racconta diverse…

Facciamo un esempio: Stefano che va al bar e prende un caffè non è una notizia.

Ma Stefano che va al bar e prende un caffè bevendolo in una tazzina d’oro massiccio, è una notizia.

Non ho mai bevuto un caffé in una tazzina d’oro, ma ho iniziato a lavorare come semplice agente immobiliare per arrivare a costruire con i miei due soci un’agenzia immobiliare dal fatturato milionario e questa in Italia è una notizia.

È una notizia molto rara e lo si capisce analizzando i bilanci delle imprese che operano in questo settore e forse è da questo nasce l’incredulità di molti colleghi.

Ricordati però che prima di essere una notizia si tratta di una testimonianza e se vuoi puoi anche leggere “Da agente immobiliare a imprenditore” come il semplice racconto della mia carriera, dall’inizio ai giorni nostri.

Insomma, sono la persona meno indicata per garantire sulla promessa fatta da questo libro, ma posso consigliarti di fare una riflessione.

Dopo aver verificato numeri e fatti, chiediti: come potrei replicare questo successo anche nel mio lavoro?

Il mio intento in fondo era questo, condividere la mia storia e il nostro sistema di lavoro per permettere ad altri agenti immobiliari di replicare gli stessi risultati.

Per ottenerli serve curiosità, la curiosità porta a farsi domande e le domande giuste guidano ai risultati.

Io ho fatto del mio meglio per fornirti domande e risposte, tu devi fare il resto.

 

Scopri “Da agente immobiliare a imprenditore”