Questa è una domanda che mi sento fare troppo spesso per non dare una risposta e nell’articolo di oggi andremo proprio a sviscerare questo aspetto e, non so perché, ma ho la sensazione che la mia risposta non ti piacerà.

Partiamo dal presupposto che chi ha deciso di aprire un agenzia immobiliare o è un pazzo furioso che ha scelto di lavorare 10 ore al giorno (almeno) e, avere rischi enormi per guadagnare, a volte, meno di un semplice agente… oppure lo ha fatto con la prospettiva di crescere, migliorarsi e diventare un poco più imprenditore.

Se sei nella seconda categoria allora la tua scena ideale è quella in cui ti vedi tu a gestire delle persone che lavorano all’interno della tua azienda, magari lo fanno con piacere e sono motivate e soddisfatte, magari hai un azienda sana che produce utili anche se tu non ti sporchi le mani in prima persona… che alla fine sappiamo che te le sporcherai ma sarà più per divertimento e piacere che per la necessità di fatturare e per la paura di non poter pagare l’affitto o il canone di immobiliare.it alla fine del mese.

Questa tua scena ideale presuppone tre cose:

  1. che tu abbia fatto bene i conti
  2. che tu sappia fare selezione
  3. che tu sappia gestite i tuoi ragazzi

Mentre la selezione e la gestione le puoi approfondire col video corso Una Squadra Vincente (non lo hai ancora preso? Cosa aspetti? … clicca qui e compralo subito) di numeri e di conti ne parleremo adesso.

Venendo al sodo… parliamo di numeri.

Supponiamo di essere nella scena perfetta in cui la tua agenzia va da sola anche senza la tua produzione personale, questo vuol dire che devi avere chi fa l’agente e produce fatturato, quindi, supponiamo che decidi di assumere un collaboratore che faccia l’agente immobiliare come dipendente e fargli un contratto a tempo indeterminato, questo dovrà essere pagato comunque ed andrebbe ad alzare notevolmente i costi fissi che come sai sono molto pericolosi per ogni azienda.

Infatti… hai un affitto, bollette marketing e i vari fornitori… quindi supponendo che, per far dei conti veloci, le spese mensili siano:

1000 euro di affitto
1000 euro di marketing
1000 euro di bollette e spese varie

Sono 3000 euro al mese (che sono davvero poche … vuol dire NON avere una segretaria e NON avere accesso a tutta una serie di servizi, che il collaboratore sia già fatto e formato e NON avere bisogno di formazione … comunque …) ipotizziamo spese per 36000 euro annui.

Che tu in ogni caso devi pagare oltre al compenso del collaboratore.

Questo vuol dire che con una produzione di un solo agente sei molto a rischio perché hai circa 90.000 euro l’anno di spese e potresti trovarti a doverli pagare tutti dalla tua produzione e tirare la cinghia.

Il discorso non cambia anche se hai più agenti… perché è vero che le spese fisse non dovrebbero essere ripagate da un solo agente ma è ovvio che hai anche molti più costi e molti più rischi come imprenditore.

Questo cosa significa?

a) Che se la tua politica è di assumere … i tuoi dipendenti, per essere profittevoli ed avere del margine, devono produrre almeno 100.000 Euro.

b) Se invece la tua politica è avere collaboratori a provvigione … questi devono produrre intorno a 100.000 Euro di media e la provvigione media deve rimanere sotto il 50%.

Se hai assunto un collaboratore  o se paghi provvigioni superiori al 50% stai perdendo dei soldi e ti stai sobbarcando tutto il rischio di impresa.

Questo è uno dei motivi per i quali ho visto titolari anche con agenzie grandi che se non ci mettevano la loro produzione personale avrebbero chiuso il giorno dopo. In un caso del genere tu non hai un’azieda ma sei schiavo della tua azienda.

Ecco alcune domande che forse ti stai ponendo adesso:

[PIRMA DOMANDA]

Cavoli… se pago meno del 50% i miei collaboratori rischio che magari se ne vanno dalla concorrenza …come posso evitare questo rischio?

Ci sono 2 soluzioni a questo quesito:

  1. Dipende da quanto produce. Devi farti bene i conti ma puoi permetterti di pagare provvigioni alte solo a chi produce davvero tanto, altrimenti lascia che vadano a far fallire la concorrenza.
  2. Dipende dallo stile di gestione che hai.

Se per due lire in più il tuo agente va dalla concorrenza lui è un poco mercenario, ma è anche un problema di accordi e di gestione.

Entrambe le soluzioni però partono dal presupposto che tu sia così bravo gestire gli uomini da portarli a livelli molto alti di produzione e ad esserti fedeli.

[SECONDA DOMANDA]

Se pago i miei collaboratori meno del 50% come faccio ad essere attrattivo e a convincerli a venire a lavorare da me?

La risposta qui è molto complessa e ne parlo approfonditamente al corso dal vivo che terrò a Bologna (trovi info qui) ma sicuramente molto parte dal brand, dalla posizione che hai, da cosa offri (che non è solo quanto offri a livello retributivo) c’è anche un aspetto immateriale che devi considerare… però per darti la risposta breve: devi imparare a fare selezione.

Come vedi, non c’è una cosa slegata dall’altra …

Per gestire a livello finanziario la tua agenzia devi essere efficace in selezione, monitorare i numeri costantemente ed essere altamente efficace nella gestione dei tuoi agenti per portarli ad un livello di produzione importante.

Per imparare a fare questo hai 3 opportunità:

  1. venire al corso dal vivo a Bologna: clicca qui per info
  2. comprare il video corso (Una Squadra Vincente): clicca qui per info
  3. oppure prenotare il percorso MLN élite la prossima Classe (max 10 persone) partirà a Ottobre 2018: clicca qui

Un milione di Euro è Possibile!

Stefano Mulas